Ancora butti l’acqua di cottura della pasta nel lavello? Ti spiego perché stai facendo un grosso errore

Se butti nel lavello l’acqua di cottura della pasta stai facendo un grosso errore: ecco come riutilizzarla per evitare inutili sprechi.

Anche tu butti sempre l’acqua di cottura della pasta nel lavandino della cucina? Allora stai commettendo un gravissimo errore. Non tutti lo sanno, ma questo prodotto apparentemente di scarto è in realtà una risorsa preziosissima.

non buttare acqua di cottura pasta
Buttare l’acqua di cottura della pasta è un gravissimo errore: perché Veganmania.it

Forse nessuno te l’ha mai detto prima d’ora, ma si può riutilizzare in tantissimi modi diversi, tutti molto utili. In questo modo, farai un favore all’ambiente riducendo gli sprechi in cucina, inoltre potrai anche risparmiare un bel po’ di soldi. Scopriamo, quindi, subito quali sono i principali modi per riciclare l’acqua di cottura della pasta. Quando scoprirai ciò che stiamo per svelarti non crederai ai tuoi occhi!

Ancora butti l’acqua di cottura della pasta nel lavello? Non fare questo errore: riutilizzala così

Come abbiamo anticipato poco fa, buttare via l’acqua di cottura della pasta nel lavello della cucina è un gravissimo errore. Così, infatti, andrai a sprecare una risorsa preziosissima, ricca di numerosi nutrienti tra cui vitamine idrosolubili, sali minerali ed altri composti utili per la nostra salute. Senza contare, poi, che questo ‘ingrediente’ contiene anche il sapore degli alimenti che vi sono stati cotti.

acqua di cottura pasta errore
Se butti l’acqua di cottura della pasta commetti un grave errore Veganmania.it

Per questo motivo e per cercare di ridurre gli sprechi in cucina con la conseguente riduzione dell’impatto ambientale, nell’ultimo periodo si è cominciato a riutilizzare sempre di più questo prodotto inaspettato. Non tutti lo sanno, eppure l’acqua di cottura della pasta può essere riciclata per:

  • preparare zuppe, brodi, vellutate e minestre: basta aggiungere qualche spezia e qualche verdura ed il gioco è fatto;
  • mettere in ammollo i legumi: immergici dentro legumi e cerali e vedrai che risultato;
  • impastare lievitati: quando prepari un impasto, utilizza l’acqua di cottura della pasta. Questa sarà già salata e ricca di numerosi nutrienti;
  • pulire le verdure: usala per sciacquare la verdura prima di cuocerla;
  • lavare pentole e stoviglie: l’acqua di cottura si può impiegare anche per svolgere alcune faccende domestiche come pulire i piatti;
  • fare giardinaggio: essendo ricca di nutrienti, è perfetta per annaffiare le piante che cresceranno belle sane e rigogliose;
  • fare la pasta di sale: riciclala per fare qualche lavoretto con i tuoi figli;
  • preparare un pediluvio: infine, l’acqua di cottura si può usare anche per fare un pediluvio rilassante. Aggiungi qualche goccia del tuo olio essenziale preferito è il risultato è garantito.

Insomma, ora che sai anche tu in quanti modi è possibile recuperare l’acqua di cottura della pasta e quanto sia insensato sprecarla, la prossima volta che starai per farlo ci penserai di sicuro due volte prima di buttarla via.

Impostazioni privacy