Crescione romagnolo semintegrale con bieda e cipolla

postato in: Ricette, Secondi | 0

 

crescione con biede
crescione romagnolo

 

 

I crescioni sono delle piadine ripiene , ripiegate e chiuse prima della cottura, somigliano a grandi tortelli  e sono cotti  su una teglia apposita, la stessa delle piadine.

Possono essere farciti con i  ripieni più disparati, zucca e patate, mozzarella e pomodoro, ma il più tradizionale è sicuramente quello alle erbe miste di campo, fra le quali il crescione, pianta spontanea diffusa su tutto il territorio italiano, dal quale prende il nome.

Con il tempo il ripieno tradizionale di erba crescione è stato sostituito con altre verdure a foglia verde quali spinaci e bietole.

Per chiudere i crescioni sono generalmente usati i rebbi di una forchetta, con cui si schiacciano bene i bordi.

Come le piadine i crescioni sono cotti sulla ghisa sino a che la superficie non diventa leggermente dorata.

Crescione romagnolo semintegrale con bieta e cipolla

Ingredienti per la pasta:

500 gr di farina di Tipo 2

50 ml di olio evo

5 gr di sale

1 cucchiaino di malto di mais

5 gr di lievito in polvere

5 gr di lievito di birra

100 ml latte di soia

150 ml di acqua

Ingredienti per il ripieno:

500 gr di bietola

2 cipollotti freschi

2 cucchiai di olive taggiasche

olio evo

Procedimento:

Sciogliete il lievito di birra in un po’ di acqua tiepida.

Su una spianatoia mescolate la farina con il sale e mettete nel centro l’olio, il malto, il lievito e il latte  con l’acqua.

Lavorate bene l’impasto aggiungendo dell’altra acqua se necessario e lasciate lievitare  per circa mezz’ora coprendo con un panno.

A questo punto stendete la sfoglia dello spessore di circa mezzo cm e ripiegatela in 3 parti, stendetela e ripiegatela nuovamente, avvolgetela nella pellicola e lasciate riposare 15 minuti.

Nel frattempo sbollentate leggermente le bietole, strizzatele e passatele in un tegame con un po’ di olio assieme ai cipollotti tritati grossolanamente.

Regolate di sale e aggiungete le olive taggiasche denocciolate.

Trascorso il tempo di riposo dividete l’impasto in 8 parti.

piadina

Con l’aiuto del matterello formate dei dischi dal diametro di circa 18 cm che andrete a farcire con le bietole.

Chiudete il crescione a mezzaluna, ripiegate i bordi leggermente inumiditi e, con l’aiuto di una forchetta sigillateli.

Il crescione è pronto per essere cucinato possibilmente su una piastra in ghisa ma in mancanza va benissimo anche la classica padella antiaderente per le crepes.

Basteranno 3 minuti per lato e…buon appetito!

crescione con biede

Lascia un commento