Ravioli ripieni di carciofi e patate ai pomodorini e basilico

postato in: Primi piatti | 0
ravioli ai carciofi 2
ravioli vegani ripieni di carciofi e patate

Per noi italiani scegliere di diventare vegani dovrebbe essere più semplice che per molte altre culture.

Nella dieta mediterranea classica abbondano verdure crude e cotte di ogni genere e molti piatti tipici della tradizione povera e più antica dell’Italia sono vegani per nascita.

Ci sono poi tutta una serie di piatti appartenenti alla nostra tradizione culinaria che di norma vengono realizzati con prodotti di origine animale, fra questi hanno un ruolo importantissimo le paste all’uovo fatte in casa, normali o ripiene.

Bisogna lavorare un po’ con la fantasia per reinterpretare e rivisitare in chiave vegana alcuni di questi  primi piatti.

Noi, ispirati da alcune ricette trovate su delle riviste, abbiamo voluto “veganizzare” i ravioli ripieni.

Provate allora questa versione vegana dei ravioli con un ripieno ai carciofi che, grazie al loro gusto dolce e inconfondibile, rendono il piatto davvero raffinato e unico .

Ravioli vegani ripieni di patate e carciofi ai pomodorini e basilico fresco

Ingredienti per 4 persone

Per la sfoglia

200 g di farina tipo 2 (semintegrale)

50 g di farina 0

1 pizzico di sale

2 g di curcuma

1 g di curry

un pizzico di pepe

2 cucchiaini di olio extra vergine d’oliva

115 ml di acqua (circa)

Per il ripieno

3 carciofi freschi e teneri

1 cucchiaino di scalogno tritato

qualche rondella di porro

1 spicchio di aglio

1 patata lessata e pelata

1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

4 – 5 grissini friabili all’olio

1 cucchiaino di prezzemolo tritato

sale e pepe q.b.

acqua e limone per pulire i carciofi

Preparazione

La sfoglia

Setacciate le farine su un piano di lavoro,  aggiungete le spezie macinate e il sale, create al centro un “cratere” dove verserete acqua e olio e.v. oliva.

Cominciate a lavorare l’impasto incorporando gradualmente la farina all’acqua, lavorate energicamente per una decina di minuti fino a rendere l’impasto liscio e omogeneo.

Avvolgete il panetto nella pellicola e lasciatelo riposare per mezz’ora.

Il ripieno

Pelate la patata tagliatela a tocchetti e fatela lessare per circa 10 minuti in acqua leggermente salata.

Se avete un microonde basteranno 7-8 minuti a 850 w. Scolatela e schiacciatela con una forchetta o lo schiaccia patate, tenetela da parte.

Pulite i carciofi privandoli dei petali esterni, recidete le punte eliminando le parti dure  e recuperate anche la parte più tenera del gambo, che dovrà essere pelato.

Mettete i carciofi, puliti e tagliati a metà, a bagno nell’acqua fredda leggermente acidulata con il limone e lasciateli per qualche minuto.

Scolate i carciofi e tagliateli a listarelle sottili, sminuzzate anche i gambi.

In un padella antiaderente fate scaldare 2 cucchiai di olio, unite lo scalogno tritato, lo spicchio di aglio leggermente schiacciato e le rondelline di porro, fateli rosolare solo qualche istante, togliete l’aglio e aggiungete i carciofi, mescolate bene, salate e pepate.

Aggiungete un po’ d’acqua tiepida per evitare che il fondo asciughi troppo, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per circa 20 minuti a fuoco molto basso, mescolate di tanto in tanto e se necessario aggiungete qualche cucchiaio di acqua tiepida.

Quando i carciofi saranno morbidi e ben stufati versateli nel robot da cucina, aggiungete i grissini sbriciolati e l’olio d’oliva. Frullate fino a ridurli in crema.

Raccogliete i carciofi, la patata schiacciata e il prezzemolo in una ciotola, amalgamateli bene fra loro e se dovessero risultare troppo umidi aggiungete pochissimo pangrattato.

Tirate la sfoglia cercando di renderla il più possibile sottile, circa 2 mm, ricavate dei dischetti di circa 6 cm di diametro ponete al centro di ognuno un cucchiaino di ripieno. Piegate i cerchietti di pasta a metà e incollate i bordi inumidendoli leggermente con un pennellino bagnato di acqua e facendo uscire bene tutta l’aria, che li farebbe aprire durante la cottura.

Premete il bordo curvo delle mezzelune con i rebbi di una forchetta per sigillarli.

Lessate i tortelli in abbondante acqua salata per 4-5 minuti, non fate bollire troppo vivacemente l’acqua altrimenti i ravioli potrebbero aprirsi.

In un tegame a parte preparate un fondo con i pomodorini tagliati a tocchetti, olio, aglio e basilico, fateli scaldare 3-4 minuti.

Scolate i ravioli con il mestolo forato, tenete da parte l’ acqua di cottura,   fateli saltare per qualche secondo nel sughetto di pomodorini, se necessario allungate il fondo del sughetto con qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta che legherà e renderà tutto più cremoso.

Aggiungete delle foglie di basilico fresco e servite caldi.

Lascia un commento