Pitta salentina vegana

postato in: Antipasti, Contorni, piatto unico, Secondi | 0

 

 

pitta salentina vegana
pitta salentina vegana

 

 

Tempo di rientro dalle vacanze e di ricordi bellissimi legati alla Puglia : una regione meravigliosa con paesaggi mozzafiato.

La ricetta della pitta salentina fa parte della  tradizione gastronomica  del Salento, regione grafica dell’Italia che coincide con la parte meridionale della Puglia, luogo incantevole che in molti piatti conserva retaggi di un passato povero e rurale, dai sapori genuini e impareggiabili, con una  varietà infinita di sapori. Numerose ricette della tavola salentina sono vegetariane, facilmente “veganizzabili”, tante altre sono vegane per “nascita”.

La pitta nasce come piatto povero vegetariano   e noi abbiamo voluto preparare la nostra versione veg per ricordare sapori di una terra che merita di essere visitata apprezzata e valorizzata .

 

pitta salentina versione vegana
pitta salentina versione vegana

 

Pitta salentina vegana

Ingredienti


500 g di patate a pasta gialla
80 g di cipolla rossa tritata o a fette sottili
6-7 pomodorini ben maturi

10 olive salentine denocciolate
3 cucchiai di pan grattato
3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
un pizzico di pepe
la punta di un cucchiaino di curcuma
origano
mentuccia
erba cipollina
sale q.b.

Preparazione


Lavate le patate e mettetele in una pentola coperte di acqua fredda e fatele cuocere per circa un’ora (25 minuti nella pentola a pressione). Pelatele e passatele al passa verdure finché sono ancora calde. Tenetele da parte.

Per il ripieno della pitta : tritate la cipolla, o affettatela finemente, tagliuzzate le olive e i pomodorini.

In una ciotolina preparate un mix con le spezie.

Fate scaldare 2 cucchiai di olio d’oliva in una padella antiaderente e rosolatevi le cipolle a fuoco molto moderato, unite i pomodori, le olive e gli odori, salate e fate cuocere per una decina di minuti. ( fig. 1)

Al sughetto potete unire una manciata di capperi (nella mia ricetta non li ho messi).

ripieno per la pitta
fig. 1

Quando sughetto e patate saranno freddi si può assemblare la pitta nella teglia.

Foderate una teglia con carta da forno e disponete sul fondo metà delle patate schiacciate, ora farcite con il sughetto (fig. 2) e ricoprite il tutto con un altro strato di patate.

preparazione pitta salentina
fig. 2

Spennellate la superficie con olio e.v.o e coprite con una spolverata di pan grattato.

Infornate a 190°C fino a quando la superficie sarà ben dorata ( ci vorranno circa 25-30 minuti).

La pitta va gustata tiepida o fredda.

Lascia un commento